+39.0287177370

Lunedì - Venerdì 10.00 - 18.00 Sab-Dom CLOSED - Per i clienti iscritti

Top
A cavallo tra gli eremi della Majella – Turismo a cavallo
fade
20944
bp-nouveau,tour-item-template-default,single,single-tour-item,postid-20944,theme-voyagewp,mkd-core-1.2.1,mkdf-social-login-1.3,mkdf-tours-1.4.1,woocommerce-no-js,voyage-ver-1.10,mkdf-smooth-scroll,mkdf-smooth-page-transitions,mkdf-ajax,mkdf-grid-1300,mkdf-blog-installed,mkdf-breadcrumbs-area-enabled,mkdf-header-standard,mkdf-sticky-header-on-scroll-up,mkdf-default-mobile-header,mkdf-sticky-up-mobile-header,mkdf-dropdown-slide-from-top,mkdf-fullscreen-search,mkdf-search-fade,mkdf-side-area-uncovered-from-content,mkdf-medium-title-text,wpb-js-composer js-comp-ver-6.2.0,vc_responsive,no-js
Turismo a cavallo / A cavallo tra gli eremi della Majella

A cavallo tra gli eremi della Majella

A persona

Un’occasione per raggiungere a cavallo gli eremi della Majella. Celestino V, meglio conosciuto come Pietro da Morrone, trascorse una vita da eremita prima di diventare Papa nel 1294. Per vivere la propria spiritualità scelse le catene montuose della Majella e del Morrone, da cui prese il nome, dove nel 1244 costituì una congregazione ecclesiastica che successivamente prese il nome di “Celestini

Un’occasione per raggiungere a cavallo gli eremi della MajellaCelestino V, meglio conosciuto come Pietro da Morrone, trascorse una vita da eremita prima di diventare Papa nel 1294. Per vivere la propria spiritualità scelse le catene montuose della Majella e del Morrone, da cui prese il nome, dove nel 1244 costituì una congregazione ecclesiastica che successivamente prese il nome di “Celestini”.

“Quella montagna dall’aspetto dolce e dai morbidi profili infondeva sicurezza e prometteva protezione…e la Majella li accolse, nascondendoli nei boschi e nelle valli, nelle grotte e fra i dirupi, concedendo loro l’agognata solitudine senza isolarli del tutto dal mondo degli uomini…”

E’ tra i canaloni e le valli della Majella e del Morrone che si trovano gli eremi di Celestino V, rifugi ottenuti scavando nella nuda roccia, ormai completamente mimetizzati nell’ambiente che li circonda. Luoghi dal grande fascino, oggetto di culto secolare, incastonati in anfratti rocciosi a volte difficilmente raggiungibili, circondati da natura incontaminata, scelti per vivere una vita di fede, di lavoro e meditazione.

Il Parco Nazionale della Majella, per rilanciare questo territorio, ha creato il “sentiero dello spirito” un  percorso lungo 70 km che unendo tutti gli eremi presenti nel parco attraversa, come un museo a cielo aperto, piccoli borghi abbarbicati sulle pendici delle montagne dove si respira una lunga tradizione di pastorizia, transumanze e agricoltura.

Si ha la possibilità di vivere l’esperienza di andare a cavallo tra gli eremi di Celestino V.  Si percorre parte dell’Ippovia della Majella, passando da panorami mozzafiato ad antichi sentieri di montagna talvolta poco più che viottoli, per raggiungere i diversi eremi e, grazie alla collaborazione di associazioni locali, è possibile  visitarne l’interno con l’aiuto di una guida.

La possibilità di vivere a cavallo gli eremi nasce dal lungo lavoro coordinato tra la direzione del Parco Nazionale della Majella e il Parco Equituristico Majella Morrone. Tale collaborazione ha permesso di mettere in sicurezza e apporre la segnaletica necessaria su 200 km di sentieristica percorribile a cavallo. Tale percorso si snoda tra le pendici del massiccio della Majella e del Morrone e permette a cavalieri ed amazzoni di godere di vedute spettacolari, di percepire i profumi della vegetazione e di apprezzare, nel lento procedere a cavallo, il racconto della vita quotidiana e dell’intenso ascetismo delle comunità monastiche ed eremitiche che hanno abitato questa parte di Abruzzo.

Per percorrere interamente i 200 km si impiegherebbero 10 giorni, ma per permettere a chiunque di provare un’esperienza così coinvolgente il Parco Equituristico Majella Morrone propone moduli che vanno  da 3 a 5 giorni durante i quali si scopre, tra il silenzio della natura, cavalli mansueti e paesaggi montani, la spiritualità presente in uno dei territori più verdi e ancora selvaggi d’Italia.

  • Incluso
    Accompagnatore esperto
    Cavallo
  • Non incluso
    Assicurazione infortuni
    Degustazione prodotti
    Soggiorno in agriturismo
    Trasferimento dei bagagli
    Tessera Associativa